• ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
  • ContestecoSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

Le ultime News

Casa Betania: un’oasi equosolidale per mamme e bambini

Scopri il laboratorio equosolidaleBen tornati cari Artisti e Appassionati d’arte!
Oggi parleremo di un’iniziativa bellissima. Un progetto che è stato in grado di farsi carico di un grosso problema sociale e di affrontarlo tramite l’arte equosolidale.
Parliamo di “Da tutti i paesi”, un laboratorio nato all’interno di Casa Betania circa vent’uno anni fa.
Casa Betania è una casa famiglia che ha deciso di essere il punto di riferimento di mamme gestanti o con figli estremamente piccoli (dalla nascita fino agli otto anni).
Fin dalla sua apertura, la struttura ha accolto e offerto assistenza a delle donne in difficoltà; molto spesso si tratta di madri immigrate provenienti da molti paesi in cerca di un rifugio sicuro. L’idea del laboratorio è nata per valorizzare la cultura artistica di vari splendidi paesi e dare la possibilità di attivarsi socialmente. Donne di tutte le culture si riuniscono per realizzare delle creazioni artigianali meravigliose che rappresentano il proprio luogo d’origine e danno libero sfogo alla creatività. Tra le tipologie di creazioni si possono trovare pezzi unici di tipo sartoriale come abbigliamento e accessori, ma anche arredi per bagno, cucina e bimbi, altre creazioni di oggettistica in ceramica, pittura e oreficeria.
Il laboratorio “Da tutti i paesi” collabora anche con molte cooperative sociali ed equosolidali per l’uso di materie prime e semilavorate che rispettano l’ambiente al 100%.
Partecipando a questo progetto le mamme in difficoltà, tramite il loro artigianato, ricevono un compenso equo attraverso il quale possono aiutare la propria famiglia.
Ci auguriamo che l’iniziativa possa crescere ed avere sempre più consensi, noi promuoviamo la voce della differenza, e questo è un intero coro che vogliamo ascoltare e sostenere.



Il Consorzio Ricrea manda Capitan Acciaio a valorizzare il riciclo

Scopri le iniziative del Consorzio RicreaBen tornati Artisti ed Appassionati d’arte,
oggi vogliamo parlavi di un progetto molto importante che che premia l’attivismo grazie al quale… si può sempre migliorare.
Parliamo del Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, in una parola Ricrea.
Nasce nel 1997 e fa parte dei consorzi che compongono il Sistema CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi).

Riciclarte: il portale del riciclo creativo

Scopri il Progetto RiciclarteBuongiorno a tutti gli Artisti e Appassionati d’arte,
ritorna un altro appuntamento con la Rubrica Re-Art di Contesteco per parlarvi di un Progetto unico dove l’arte del riciclo è protagonista assoluta.
Parliamo di Riciclarte, un progetto creativo nato nel 1996 ed arrivato ai giorni nostri con la maturità di 21 anni di esperienza.
Riciclarte si è da subito posta come obiettivo quello di essere un luogo di incontro per artisti che volevano fare del riciclo la propria colonna portante.
Gli artisti, oggi, possono godere di uno spazio virtuale dove dar voce alla propria arte attraverso le loro opere e creazioni realizzate con materiali di scarto, dimenticati, ai quali serve che qualcuno gli doni nuovamente una dignità, un valore.
In questo modo hanno la possibilità di entrare in contatto con iniziative ed eventi volti ad incoraggiare quello che, ormai, rappresenta uno stile di vita.
La creatività sposa alla perfezione l’attivismo, il voler fare qualcosa di concreto in ogni gesto quotidiano.
Riciclarte è un magnifico portale che accoglie tutti gli artisti indistintamente e dà la possibilità a tutti di contribuire al progetto.
E se anche voi, che state leggendo, siete degli artisti o semplicemente dei creatori per passione, non perdete l’occasione di iscrivervi a Riciclarte, visitate il sito ufficiale e scoprite come fare parte di questa realtà.



Zac Freeman e i suoi ritratti riciclati

Zac Freeman e le sue sculture riciclate Ben trovati artisti e appassionati d’arte,
l’artista di cui parleremo oggi è un vero e proprio visionario capace di realizzare dei ritratti che hanno del magnetico.
Zac Freeman si serve di materiali d recupero, scarti, rifiuti e oggetti ritrovati per creare dei mosaici che danno vita a dei ritratti meravigliosi.
Freeman comincia la sua produzione nel 1999 e non si è più fermato.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni