I partecipanti professionisti 2017

L’ARTE DELLA SOSTENIBILITÀ – ARTISTI PROFESSIONISTI


opera seconda classificata nella sezione artisti professionisti di CONTESTECOARTISTA: ANNA MARIA SCOCOZZA
NOME OPERA: Gioielli letterari per racconti metro-politani
Piccole opere d'arte e di design che invitano a guardare "gli scarti " in un’ottica di "Rinascita Creativa".
I gioielli letterari sono stati creati con vecchi quotidiani Metro attraverso un approccio mentale divertente e ecosostenibile, che introduce alla tecnica della piegatura e filatura della carta, riciclando materiali che non si usano più, nel pieno rispetto dell'ambiente in cui viviamo, per diventare quei cittadini consapevoli e liberi di vivere ed apprezzare la nostra generosa Terra.


 

Opera finalista dell'edizione 2017 di CONTESTECOARTISTA: PATRIZIA DELLA PERUTA
NOME OPERA: L'albero dell'informazione
Scultura realizzata con diapositive riciclate e pellicola fotografica


 

 

opera finalista sezione artisti professionisti nell'edizione 2017 di CONTESTECOARTISTA: CESARINA VIOLA
NOME OPERA: CARTONEWS
Realizzato in cartone riciclato ripiegato, decoupage di ritagli di giornale Metro e immagine skyline metropoli di Roma come decorazione frontale sulla scritta "metropoli". Legacci laterali in ràfia naturale e colorata.





opera prima classificata nella sezione artisti di CONTESTECO 2017ARTISTA: PIERPAOLO LIMONGELLI
NOME OPERA: VAROUF
Il lavoro di collage su tela con tecnica mista nasce dal riciclo di un’opera precedente del 2011. Qui si è voluto rimarcare la necessità per la nostra umanità di non perdere di vista il fondamento della nostra vita, il restare umani. Le notizie che riguardavano la Grecia di qualche anno fa sono ancora tanto attuali e non vanno dimenticate.


Opera finalista nella sezione professionisti di CONTESTECO 2017ARTISTA: MICHELE RALLO
NOME OPERA: Against the Wall - Rifiu|TIAMO!
“Against the Wall”, letteralmente “Contro il muro”, è il titolo generale da cui prende il nome il progetto fotografico. Vuole essere una metafora “visiva” realizzata come una locandina-spot attraverso l'arte stessa della Fotografia, con cui far riflettere chi osserva. “Contro il muro dell'ignoranza”, come fosse una barriera che (seppur immaginaria ed invisibile) esiste realmente ed è proprio davanti a noi ogni giorno. Un “muro” di chi, incurante delle conseguenze, non si preoccupa di smaltire i rifiuti (plastici, organici, metallici ecc.) negli appositi spazi, cestini, contenitori urbani;
“Rifiu|TIAMO!” assume dunque la valenza di una sorta di “invito” quasi una “dichiarazione” ad amare l'ambiente, rivolta a tutti noi. Un dovere, il nostro, proteggere l'ecosistema dall'inquinamento prodotto ogni giorno.

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni