Un viaggio dentro l'arte del riciclo

viaggio, arte, riciclo, sostenibilità, costestecoRiciclare significa trasformare i rifiuti in materiali riutilizzabili. Un sistema efficace, per risparmiare sulle materie prime e ridurre i consumi energetici delle industrie.
Sono diversi i materiali che possono essere riciclati, a cui è possibile dare un nuova vita.
Alluminio, vetro, legno, carta, tessuti, acciaio e plastica sono tutte materie prime che possono essere riciclate e trasformate.

Un elenco però, a detta di molti, riduttivo perché gli esperti del settore affermano che tutti i metalli si possono riciclare e che tutto, in un modo o nell’altro, può essere destinato a una seconda vita.
Ovviamente quando parliamo di riciclo ‘casalingo ’, se così lo possiamo definire, ci riferiamo a materiali che fanno parte dell’uso quotidiano, e perciò carta, cartone, plastica e alluminio, fermo restando che, come detto poco fa, tutto può avere una seconda vita.
I materiali più facili e anche più comuni da usare e da riciclare, spesse volte, prendono forma e nuova vita attraverso mani di chi è creativo, attraverso oggetti che diventato delle vere e proprie opere d’arte. Il riciclo diventa così non solo una necessità ma vera arte, in cui l’espressione estetica prende vita attraverso il genio di chi la realizza.
L’arte del riciclo, infatti, è una forma di attività in cui l’artista, utilizzando materiali di scarto o oggetti che hanno concluso il loro ciclo di vita, crea un’opera ex novo.
Diversi sono gli artisti, nazionali e internazionali, che si dedicano all’arte del riciclo, acquisendo anche una discreta fama per la loro originalità e creatività. Un esempio è Slinkachu, trantatreenne inglese, la cui particolarità è quella di rappresentare tante scene di vita quotidiana attraverso il riciclo, tutte in versione mini.
Ancora, Jane Perkins considerata la regina del riciclo creativo, la quale partendo da vecchi gioielli e spille, realizza opere che raffigurano icone del nostro tempo e non, quali Lady D., Albert Einstein o la regina Elisabetta, ma anche riproduzioni di quadri famosi come La Gioconda di Leonardo da Vinci. Come la stessa Perkins si definisce: “sono una re-maker, prendo ispirazione dagli oggetti trovati e li trasformo in qualcosa di nuovo”.
Molti creativi non sono necessariamente degli artisti professionisti e affermati, anzi, alcuni sono appassionati che si dilettano nell’arte di riciclo per passione, realizzando opere creative con materiali di riciclo.

Che sia professionista o appassionato, non conta, l’importante è che l’arte del riciclo si diffonda per sensibilizzare il pubblico ai temi del riuso, del riciclo e della sostenibilità.

Proprio sull’arte del riciclo è dedicato Contesteco -  il contest d'arte e design sostenibile + eco del web, premio METRO NEWS - in cui appassionati e artisti potranno proporre attraverso il web opere d'arte realizzate con materiali di recupero.


Scopri qui tutti i dettagli e il regolamento per partecipare a Contesteco 2018. Hai tempo fino al 31 Luglio per realizzare e inviare la tua opera e, se la tua opera sarà scelta tra le finaliste del concorso, verrà esposta al Centro Commerciale Euroma2, uno dei più grandi ed eleganti a Roma.






Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni